domenica 19 maggio 2013

wikileaks: documenti sulla persecuzione e prigionia di anakata

traduzione dell'articolo su wikileaks Prosecution and prison documents for Pirate-Bay founder Gottfrid Svartholm Warg (alias Anakata)
Domenica 19 Maggio 2013
Documenti sulla persecuzione e prigionia del fondatore di Pirate Bay, GSW Gottfrid Svartholm Warg (alias Anakata)

Il processo a Anakata (Gottfrid Svartholm Warg) inizia Lunedi 20 Maggio 2013 a Stoccolma. Questo materiale include, tra l'altro gli interrogatori con Anakata e il suo co-imputato, corrispondenza interna del ministro degli Esteri svedese e l'ambasciata svedese in Cambogia, relazioni sulle valutazioni dei danni da parte delle società e le autorità interessate, e la corrispondenza tra Anakata e Kristina Svartholm e l'autorità svedese carceraria. Il materiale è formalmente pubblico, ma il pubblico ministero svedese si è rifiutato di fornire i documenti in formato digitale. La fotocopia su carta di questo volume costa circa €400.

Questi documenti sono stati ottenuti dal FOIA fatta eccezione per la corrispondenza con la prigione relativa alle richieste di Anakata di accedere alla formazione a distanza e di usare una calcolatrice grafica. Le lettere sono tradotte in inglese.

Contesto:

Anakata è un esperto di computer svedese che ha fondato The Pirate Bay. E' stato un volontario di Wikileaks e ha collaborato al rilascio di Murder Collateral. Tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione del video Murder Collateral sono stati in seguito molestati in un modo o nell'altro, anche attraverso le proprie informazioni personali citate in giudizio dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, e attraverso vessazioni e intimidazioni da parte dell'FBI, che hanno tentato di trasformare i soci di WikiLeaks in delatori. Tra questi, ma non solo, Jeremie Zimmermann, Kristinn Hrafnsson, Rop Gonggrip, Birgitta Jonsdottir, e Smari McCarthy.

Su richiesta delle autorità svedesi, Anakata è stato arrestato in Cambogia il 30 agosto 2012. E' stato detenuto dalle autorità cambogiane in una struttura anti-terrorismo 1. Fu manifestamente arrestato perché il suo visto cambogiano e il passaporto svedese erano scaduti. Il suo visto era scaduto il 13 agosto 2012 e non poteva essere rinnovato. Il passaporto di Anakata era scaduto solo il 13 gennaio 2013, tre mesi e mezzo dopo il suo arresto. Ci si aspettava che sarebbe tornato in Svezia per poter scontare la pena per il processo a The Pirate Bay.

In realtà, era stata aperta a suo carico una nuova indagine per violazione dei dati della Bisnode Information AB, Logica AB, Nordea Bank (Caso 0201-K81864-12). La polizia svedese stava anche investigando per tentata truffa aggravata e truffa aggravata (0201-K29108-12). La descrizione dell'indagine svedese alle autorità cambogiane (pagine 164-170 del documento 3_fup.pdf ) dice:
"Sono state fatte intrusioni contro, tra l'altro, un computer mainframe di una società privata, che ospita una grande quantità di dati personali/dati del censimento del fisco svedese compresi i dati personali protetti, nonché i dati di natura finanziaria. Sono stati anche lette grandi quantità di dati dalle Forze dell'Ordine [Kronofogdomyndigheten] e della polizia [attraverso l'appaltatore privato Applicate, ora Bisnode]. I dati non sono stati solo acceduti, ma anche ampiamente copiati. I dati che sono stati acceduti possono causare notevoli danni a enti, aziende e individui. L'intrusione gestita dall'inchiesta penale in corso è probabilmente la più grave subita dai sistemi informatici svedesi collegati alle autorità pubbliche".
Tuttavia, gli stessi documenti rilasciati indicano che per alcune delle società interessate, la pubblicità negativa derivante dalla loro violazione della sicurezza possa essere più dannosa che la stessa violazione dei dati.2

La valutazione dei danni dell'Autorità di Pubblica Sicurezza (2_bilaga_b) p.41, ad esempio, afferma:
"In conclusione, l'Autorità di Pubblica Sicurezza ritiene che il danno della violazione dei dati sia principalmente il danno di fiducia del pubblico e la fiducia dei clienti nell'Autorità di Pubblica Sicurezza. Anche se alcuni dati potrebbero essere resi accessibili al pubblico, se richiesti, l'immagine dell'autorità è danneggiata dal fatto che queste informazioni siano accessibili su Internet. Non ci sono state segnalazioni relative a valutazioni o danni da parte di un cliente, oltre ai casi di persone con identità personali protette".
Le valutazioni dei danni sono contenute nei documenti:
(1) bilaga_a.pdf (rapporto di Logica sull'incidente sicurezza IT del 2012 (INGLESE) - strettamente confidenziali
2 bilaga_b.pdf (Include L'Autorità di Pubblica Sicurezza Svedese, Kronofogdomyndigheten, l'Agenzia delle Entrate, Skatteverket, i rapporti di Bisnode e Applicate, nonché ulteriori rapporti di Logica)

I documenti contengono anche la corrispondenza interna in materia di richieste di informazioni da Kristina Svartholm, Niklas (qnrq) e la stampa per l'ambasciata svedese a Phnom Penh e il Ministero degli Esteri svedese (16_ForeignMinistryDocs.pdf).
Alcune parti di documenti:

p.20: Una e-mail relativa al ministro dell'Interno cambogiano, Sar Kheng ha viaggiato a Stoccolma solo una settimana dopo aver firmato il decreto di espulsione di Anakata. La corrispondenza dal Ministero degli Esteri Svedese afferma che i funzionari dovrebbero essere preparati a rispondere a domande riguardanti la tempistica della visita. Lo stesso documento afferma che il Ministero degli Esteri avrebbe informato Kristina Svartholm che solo 'personale' svedese stava facendo visita a Anakata in prigione, e non la polizia svedese, cosa che è successa. Vedi anche i commenti di Kristina Svartholm su http://qnrq.se/2013/02/
p. 28-30: la corrispondenza del Ministro degli Esteri che lamenta l'attenzione che il blog qnrq.se ha attirato relativamente all'arresto di Anakata in Cambogia. I funzionari svedesi hanno inoltre lamentato chiamate, e-mail critiche e articoli di stampa critici riguardanti gli aspetti illegali della deportazione di Anakata (p.28 menziona in particolare l'articolo DN che cita Kristina Svartholm come particolarmente dannosa).
p. 29: il direttore addetto stampa del Ministero degli Esteri Anders Jörle scrive:
"Non c'è nessuna logica e nessuna comprensione per cosa sia una società e come funzionino le cose sotto il dominio della legge. Stiamo ricevendo un sacco di domande provenienti dai quattro angoli della terra per quanto riguarda Anakata. E' mia impressione che molti giornalisti siano personalmente coinvolti. Io credo che la pressione sull'ambasciata diminuirà adesso che sta arrivando in Svezia".
p. 30: una mail dall'ambasciatore in Cambogia Anne Höglund dice:
"Il Cambodia Daily chiamato ieri sera e ha chiesto se potevo commentare le accuse della madre di Anakata e il suo amico Niklas [qnrq.se] contro l'ambasciata e le autorità. Ho risposto solo che non avevo niente da commentare e che l'ambasciata aveva gestito sue responsabilità correttamente. [...] Suppongo sia meglio ora se non rispondiamo a tutte le domande a tutti. Ho la sensazione che tutto ciò che viene detto venga diffuso. Qui in Cambogia le persone sono abituate al fatto che i diritti umani non vengano rispettati e tutti si aspettano che le autorità commettano violazioni. Ecco perché nessuno scrive niente di Anakata e dei crimini che ha commesso, invece tutto il focus è su come sia stato trattato e per cercare di trovare problemi nel modo in cui le autorità hanno agito. All'ambasciata siamo preoccupati che questo sarà un problema per noi. Io non so quanta diffusione hanno questi blog e se possono influenzare il ministero degli Esteri in alcun modo".
Vedi anche http://qnrq.se/2013/02/
1 Per ulteriori informazioni, vedere il tentativo di Niklas Femerstrand di trovare Anakata per fornirgli consulenza legale in cambogia, di cui lui ha diritto a norma del diritto cambogiano http://qnrq.se/sweden-kidnapped-anakata/).
2 Vedere anche, per esempio, p. 3 del documento 4_fup_arkiv_akl_ex_tillaggsprotokoll_20130409.pdf.